Buon viaggio a noi. E al blog.

I fornelli sono spenti, la cucina è pulita e in ordine.
Sul terrazzo, le piantine di ortaggi in vaso ondeggiano tranquille nella brezza di questa primavera che sembra finalmente convinta di esserci.
Per casa sono sparsi i segni di una partenza imminente: un trolley aperto sul pavimento in camera da letto, un paio di biglietti del treno sulla scrivania, la guida Osterie d’Italia 2013 sul tavolo della cucina, accanto alla tazzina del caffè vuota.
Ci aspettano alcuni giorni di vacanza, con due denominatori comuni: la gastronomia e la comunicazione. Guarda caso, le due grandi passioni della nostra vita. Quelle che, un gelido pomeriggio di gennaio, prepararono il terreno all’idea di Foodeskine. E le idee, come le piante degli orti, germogliano in primavera.
Nus prenderà parte alla Vercelli Rice Experience con il suo blog di cucina e una ricetta molto particolare da cucinare sul posto. Poi partiremo per Torino, Frossasco per la precisione, dove faremo gli invasori digitali al Museo del Gusto.
Se avanzerà tempo (e vedremo di farne avanzare…), ci piacerebbe entrare in Torino. Una tappa obbligata a Eataly in via Nizza, la mecca di ogni foodie che si rispetti, e poi una passeggiata in città, pioggia permettendo.
Durante il viaggio sfoglieremo la guida in cerca di qualche posto da scoprire per cena.
Non mi dispiace affatto che questo viaggio, che segna anche l’inizio dell’avventura di Foodeskine, ci conduca nella mia terra di origine, il Piemonte. E soprattutto verso Torino, una città che amo profondamente e a cui mi legano moltissimi ricordi e un’infinità di sensazioni. Di certo, col tempo, alcune di queste suggestioni torinesi mai sopite torneranno ciclicamente a riaffiorare tra le pagine di questo blog.
Per adesso, buon viaggio a noi.
E buon viaggio a Foodeskine.
Tags from the story
, ,
Written By

Scrissi con pugno deciso la mia prima headline nel 1984. All'asilo, con le matite colorate. Faceva più o meno: "Yogurt. Un po' acido, ma buono". Le maestre mi guardarono con sospetto. Ma fu subito chiaro che il cibo sarebbe stata una delle mie due grandi passioni. Della seconda, ne ho fatto un lavoro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>