6 whiskey irlandesi che dovreste bere a San Patrizio

San Patrizio è una di quelle feste ormai sdoganate anche nei paesi che con la tradizione celtica hanno poco o nulla a che vedere. L’Italia, ad esempio.

La festa dell’orgoglio irlandese per eccellenza è però anche l’occasione per assaporare qualche delizia locale, come il whiskey.
E quindi, stasera, dopo una bella cena a base di pulled pork e altre amenità irish, rigorosamente annaffiata da una o più pinte di Guinness, concedetevi un fine pasto come si deve, con uno di questi 6 pregiati whiskey irlandesi.



Tullamore D.E.W. Phoenix

Nel 1785 l’esplosione di un pallone aerostatico quasi distrusse la cittadina di Tullamore, ma non l’indomito spirito dei suoi abitanti, che ricostruirono le case e apposero sullo stemma cittadino l’emblema della fenice. Una scelta che portò bene a Tullamore, che nel 1829 vide nascere l’omonima, famosissima distilleria. Una ragione in più per gustare questo prezioso figlio della fenice.

Yellow Spot

“Sentori di caffè fresco, cioccolato al latte e crème brûlée. Note di mela rossa e legno di quercia bruciato”.
Una ricetta di metà anni Cinquanta che promettere di deliziare i palati degli appassionati.
Non state già cercando una scusa per spendere questi 74 euro?

Knappogue Castle® 12 Year

Un whiskey irlandese che sembra un bourbon americano. Controsenso? A quanto pare no. Questo whiskey invecchiato in ex botti da bourbon ha sentori dolci di acero e un lieve retrogusto agrumato. Per quelli che non rinunciano al blues nemmeno a San Patrizio.

Bushmills 21 Year-old

Se avete il coraggio di spendere oltre 130 sterline per una bottiglia, questo è uno dei migliori irish whiskey che il denaro possa comprare. Invecchiato 21 anni, una parte in botti da sherry e una parte in botti da bourbon, che vengono mescolate in botti da madeira per un paio d’anni, questo whiskey ha note profumatissime e una persistenza che durerà fino al prossimo San Patrizio.

Redbreast 12 Year Old

Chi l’ha assaggiato, giura che sappia di Natale. Sarà quel mix di profumi speziati, su cui svetta lo zenzero. O sarà che, specie a San Patrizio, non si arriva mail al whiskey in perfette condizioni di intendere e volere. In ogni caso, questo resta uno dei “12 anni” più apprezzati dagli estimatori.

Tyrconnell Single Malt

La scelta giusta per stupire gli amici con una bottiglia non molto conosciuta, ma dal prezzo sostenibile. Il Tyrconnell Single Malt prende il nome da una leggendaria razza di cavalli da corsa dei primi del Novecento. Si tratta di un whiskey molto “dritto”, fresco e molto fruttato. Se fosse un vino, sarebbe un bianco giovane.

Buon San Patrizio!

(via Cool Material)

Written By

Scrissi con pugno deciso la mia prima headline nel 1984. All'asilo, con le matite colorate. Faceva più o meno: "Yogurt. Un po' acido, ma buono". Le maestre mi guardarono con sospetto. Ma fu subito chiaro che il cibo sarebbe stata una delle mie due grandi passioni. Della seconda, ne ho fatto un lavoro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>