Il ristorante con una gallina che cura il canale Twitter.

Chicken Treat è una catena di fast food australiana dove si mangia esclusivamente pollo. Niente di nuovo, direte voi, se non fosse che i ragazzi di Chicken Treat hanno una gallina che cura il loro canale di Twitter.
No, non è una metafora per indicare che il social media manager di Chicken Treat non è particolarmente sveglio: Betty è una gallina in piume e ossa. E questo è quello che twitta.

io99p78p -p8 8y ewtcvlluy5poop0ouuggc ””8yy768y78uyijhghbhb cybg r4gf’//////76ycsewq32s ;-=——————————— #chickentweet

— Chicken Treat (@ChickenTreat) 23 Ottobre 2015

Si tratta, ovviamente, di una mossa di marketing che i titolari di Chicken Treat hanno deciso di continuare fino a quando Betty non avrà composto una parola di cinque lettere e di senso compiuto in inglese, evento che proietterà la gallina dritta nel Guinnes dei Primati.
Intanto, potrete seguire le avventure di Betty su Twitter con l’hashtag #chickentweet
Pare che Betty stia mettendo particolare zelo nel proprio lavoro: secondo il Time, infatti, la “social media gallina”, qualche giorno, fa, è riuscita nell’impresa di pubblicare un tweet con scritto “bum”.

Molto probabilmente, tutto ciò farà storcere il naso a molti di voi. Non c’è da meravigliarsi: Betty, la gallina che twitta, potrebbe esistere in pochi altri paesi del mondo, oltre all’Australia. Questo perché molto probabilmente il black humor australiano non si sposa con l’idea di cibo che abbiamo da queste parti.
In ogni caso, quello di Betty non è un caso isolato. Infatti, in giro è pieno di animali che gestiscono i canali social di ristoranti, aziende e altre attività. A differenza di Betty, però, quando scade loro il contratto a progetto, non finiscono nella friggitrice.
Ma questa è un’atra storia.

Written By

Scrissi con pugno deciso la mia prima headline nel 1984. All'asilo, con le matite colorate. Faceva più o meno: "Yogurt. Un po' acido, ma buono". Le maestre mi guardarono con sospetto. Ma fu subito chiaro che il cibo sarebbe stata una delle mie due grandi passioni. Della seconda, ne ho fatto un lavoro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>